Francesco De Gregori fa tappa a Villa Bertelli: tutto sul “cantante poeta” della musica italiana

Tra gli artisti più attesi alla kermesse estiva 2018 di Villa Bertelli c’è anche lui, o meglio, soprattutto lui: Francesco De Gregori. Il cantautore italiano calcherà il palco di Forte dei Marmi il prossimo 11 agosto. Ad accompagnarlo saranno Guido Guglielminetti (contrabbasso), Paolo Giovanchi (chitarra), Alessandro Valle (pedal steel guitar) e Carlo Gaudiello (pianoforte). De Gregori canterà alcuni dei pezzi cardine della sua carriera e svelerà anche alcuni “gioielli nascosti”.

Ma andiamo a scoprire qualche curiosità in più sul grande Francesco De Gregori:

Francesco De Gregori, infanzia e esordi

Francesco De Gregori è nato a Roma il 4 aprile 1951, ma ha trascorso la sua infanzia a Pescara. Solo negli anni ’50 ha fatto ritorno nella Capitale. Figlio di un bibliotecario e di una insegnante di lettere, Francesco deve il suo nome allo zio, un ufficiale degli Alpini, partigiano, ucciso nel 1945. Una volta fatto ritorno a Roma, Francesco De Gregori studiò al liceo classico Virgilio. Nel 1966 (a 15 anni) iniziò a suonare la chitarra. Il primo brano che imparò a suonare fu Il ragazzo della via Gluck di Adriano Celentano.

Francesco De Gregori, la musica

Fu con quella chitarra che la musica entrò nel cuore e nell’anima di Francesco De Gregori: non l’avrebbe mai più lasciata. Il cantautore romano iniziò riproducendo brani di Bob Dylan e Leonard Cohen in italiano, poi continuò proponendo i suoi primi brani. Negli anni ’70 iniziò ad esibirsi a Folkstudio, storico locale della Capitale, dove già si esibiva da tempo il fratello Luigi. Qui Francesco ha conosciuto alcuni colleghi tra cui Caterina Bueno, Antonello Venditti, Mimmo Locasciulli.

Francesco De Gregori, il grande successo

La svolta, per De Gregori è arrivata nel 1975. Fu questo l’anno in cui De Gregori pubblicò Rimmel, disco che ha fatto la storia della musica italiana e che lo ha incoronato come uno degli “dei” del panorama musicale nostrano. Sembra che, prima di intraprendere la carriera musicale, il cantante fece anche un tentativo nel mondo cinematografico: Fellini lo scartò ad un provino perché troppo alto. La musica è stata, senza dubbio, la scelta giusta di De Gregori, ma comunque, nel 2003, il cantautore ha recitato in Perdutoamor, primo film fi Franco Battiato e vincitore del Nastro d’Argento.

Francesco De Gregori, le canzoni più belle

Ci sono brani di Francesco De Gregori che non cadranno mai nel dimenticatoio, che hanno davvero fatto la storia della musica italiana. Tra questi ricordiamo La donna cannone, Generale, Buonanotte fiorellino, Rimmel, Ma come fanno i marinai, tanto per fare alcuni titoli. Brani che ogni generazione conosce e ama cantare. Il repertorio di De Gregori è senza dubbio uno dei più apprezzati nel mare magnum musicale del nostro paese. Nella sua carriera ha vinto 6 targhe dal Club Tenco e un premio Le parole della musica.

Francesco De Gregori e la famiglia

Francesco De Gregori è da anni legato alla sua Chicca (Alessandra Gobbi), la donna che ha sposato nel 1978 – sua compagnia di liceo – e dalla quale ha avuto due gemelli, Marco e Federico. La consorte sostiene da sempre De Gregori e ama cantare con lui. Anche nel tour 2017 del cantautore romano, i due si sono esibiti insieme in Anema e core.

Francesco De Gregori oggi

Difficile parlare di “anni d’oro” nella carriera di Francesco De Gregori, perché sono sempre stati un po’ anni dopo per il cantautore. La sua carriera è stata sempre fantastica e ancora oggi, che è tra i “senior”, è senza dubbio tra gli artisti italiani più amati e apprezzati di sempre. I suoi tour fanno sempre il sold out e il Tour 2018 lo vedrà impegnato sui palcoscenici di tutta Italia (compreso quello di Villa Bertelli l’11 agosto).

La sua carriera ha raggiunto l’apice negli anni 70-80, ma tutt’oggi De Gregori è un mito. Il mito. Un punto di riferimento per tanti giovani agli esordi.