Meno dodici – un libro di Pierdante Piccioni con Luca Sapegno

Meno dodici

Il libro che ha ispirato la serie tv Rai “Doc – nelle tue mani”

Meno dodici – perdere la memoria e riconquistarla. Pierdante Piccioni e Pierangelo Sapegno presentano il libro a Villa Bertelli.

La mia lotta per ricostruire gli anni e la vita che ho dimenticato.

Il libro, che racconta un drammatico periodo di vita vera dell’autore, è edito da Mondadori e ha ispirato la fortunata serie TV Rai1 Doc. nelle tue mani, con protagonista uno strepitoso Luca Argentero.

Conduce l’incontro il giornalista Enrico Salvadori.

Il libro

L’ultimo giorno di maggio del 2013, Pierdante Piccioni, primario all’ospedale di Lodi, finisce fuori strada con la macchina sulla tangenziale di Pavia. Lo ricoverano in coma, ma quando si risveglia, poche ore dopo, il suo ultimo ricordo è il momento in cui sta uscendo dalla scuola dove ha appena accompagnato il figlio Tommaso, nel giorno dell’ottavo compleanno. Precisamente il 25 ottobre 2001, dodici anni prima della realtà che sta vivendo.

A causa di una lesione alla corteccia cerebrale, dodici anni della sua vita sono stati inghiottiti in un buco nero, riportandolo indietro nel tempo, quando in Italia c’era la lira e la crisi economica pareva lontana, persino impensabile, mentre la rivoluzione digitale che sta cambiando il mondo era appena agli albori e nessuno parlava di post su Facebook o video su YouTube.

All’improvviso Pierdante Piccioni è diventato un alieno, incapace di riconoscere le sue cose, le sue abitudini, addirittura se stesso in quel volto invecchiato che gli restituisce lo specchio e in cui a stento ritrova la propria immagine. Attorno a lui tutto è cambiato: i figli non sono più due bambini di otto e undici anni, ma due maschi adulti, con la barba e gli esami all’università, mentre la moglie sembra un’altra donna, con le rughe e i capelli corti che hanno cambiato colore. Come potrà riprendersi la propria vita?