Da Sanremo a Cuba, i Dik Dik adesso sul palco di Villa Bertelli

Prima Dreamers, poi Squali, cambiando successivamente il nome in Dik Dik, il gruppo musicale italiano arriva anche a Forte dei Marmi, proprio sul palco di Villa Bertelli.

Il nome Dik Dik deriva da un’antilope africana, trovato da Pietruccio Montalbetti per caso, guardando un dizionario Inglese – Italiano e da quel momento, la loro carriera è stata solo che in salita.
Sono stati soprannominati anche gli “impiegati della canzone” per non essersi mai fatti prendere dai vizi classici delle rockstar ovvero alcool e droga.
Diciamo che si sono fatti conoscere sempre come i “bravi ragazzi della porta accanto” e forse, deriva anche da questo il loro successo: le loro canzoni ci riportano sempre a casa o, meglio dire, all’Isola di Wight.

Uno dei grandi punti di riferimento musicali sono stati i Beatles: “La prima volta che li ho sentiti sono rimasto sconvolto e abbiamo cominciato a emulare il loro stile, anche sul palco”.

Da allora, si è creata un’unione indissolubile, che dura da 50 anni e che hanno deciso di onorare insieme a noi, sulle note delle loro storiche canzoni e di qualche nuovo pezzo a dimostrare che sono sempre pronti a cambiare e a rimanere a passo con i tempi.

Infatti, il loro giornale telematico, Il Vento, aperto nel 1977, ci mostra la continua evoluzione anche tecnologica di un gruppo che ha tanto materiale nascosto pronto a stupirci.

I Dik Dik partecipano alle più grandi manifestazioni e rassegne musicali in tutto il mondo: dai festival nazionali di Sanremo, Cantagiro e Festivalbar, passano con il medesimo entusiasmo e professionalità al festival di Montreaux, a Cuba, in Cile, e in varie tournée in tutta Europa, in Sud America e negli USA.

Il 5 Agosto si esibiranno, proprio qui, a Forte dei Marmi, nella cornice di Villa Bertelli. L’orario di inizio è previsto per le 21.30.

I Dik Dik hanno fatto la storia della musica italiana, ma sono continuamente proiettati al futuro, capaci di meravigliare ogni generazione.

Insomma, il meglio deve ancora venire, perciò se non volete perderlo, acquistate al più presto un biglietto e precipitatevi in Versilia!